«L’aiuto del Csj Missioni è fondamentale. Per questo vi dico di non dimenticarvi di noi. Stateci vicini, sosteneteci». Suor Valesca ribadisce così il legame tra la nostra organizzazione e la sua attività. Un’attività che da 13 anni porta avanti a Mslaba Mkuu. «In Tanzania – continua la religiosa – sono arrivata nel 2006. In questi 13 anni ho lavorato molto sia con le adolescenti meno fortunate sia con i bambini e le bambine della scuola materna».

Suor Valesca ha sostenuto un laboratorio di sartoria nel quale una ventina di ragazze cuciono e lavorano a maglia. Realizzano cuscini, borse, ecc. «Un anno – ricorda la suora – sono state realizzate anche le tele con le quali sono state confezionati i panettoni solidali. Per noi è state una grande occasione per stringere un rapporto stretto con la comunità italiana che aiuta le suore di San Giuseppe e, allo stesso tempo, una fonte di entrata importante».

A Mslaba Mkuu, suor Valesca, insieme alla sua consorella brasiliana come lei, hanno portato avanti anche una scuola materna parificata. «Lo Stato tanzaniano tutela la libertà di educazione e ciò è un fatto importantissimo – osserva -, ma purtroppo non ha fondi a sufficienza per sostenere le scuole. Così noi ci siamo trovati in difficoltà. Il Csj Missioni però ci è stato vicino e ci ha dato un grande aiuto». Grazie alla nostra organizzazione è stato possibile avviare un allevamento di galline, uno di maiali e un orto. Ciò ha garantito non solo cibo di qualità, ma anche entrate sicure per la scuola grazie alla vendita dei prodotti sui mercati». Per aiutare la scuola, anche i genitori hanno accettato di pagare una piccola retta che contribuisce al bilancio generale.

«Il sostegno del Csj Missioni – conclude suor Valesca – è stato importantissimo. Chiediamo all’associazione di continuare a starci vicino. Un contributo che a voi può sembrare minimo, per noi è fondamentale».