Ha preso il via la 9a edizione della Campagna Natalizia, «Il Panettone della Solidarietà». Di anno in anno l’impegno da parte dei donatori nell’accogliere questa campagna non è diminuito, anzi è cresciuto. Anche quest’anno con i fondi raccolti saranno finanziate borse di studio presso il St. Joseph Hostel, a Songea, Tanzania. L’obiettivo è favorire quanto più è possibile l’educazione e la formazione globale di ragazze adolescenti accolte presso l’ostello delle suore.

Nel Messaggio per la III Giornata Mondiale dei Poveri, papa Francesco scrive: «L’impegno dei cristiani […] non consiste solo in iniziative di assistenza che, pur lodevoli e necessarie, devono mirare ad accrescere in ognuno l’attenzione piena che è dovuta a ogni persona che si trova nel disagio […]. Questa attenzione d’amore è l’inizio di una vera preoccupazione per i poveri nella ricerca del loro vero bene».

In quest’ottica, l’educazione delle ragazze tanzaniane diventa una grande sfida. Ad esse non viene garantita solo una formazione scolastica e umana, che le aiuta a sviluppare la loro personalità e a riconoscere le propria dignità, ma anche alimentazione e cure adeguate. Ciò rappresenta una rivoluzione in un Paese dove solo poco più del 50% delle donne è alfabetizzato e pochissime ragazze frequentano le scuole superiori. L’esclusione delle ragazze dalla scuola non è solo la violazione di un diritto, ma una possibilità negata di sviluppo economico e sociale per la famiglia, la comunità, il Paese. Le donne che hanno ricevuto un’istruzione tendono a evitare gravidanze precoci e comportamenti a rischio di contagio HIV.

Un’azione in linea con l’insegnamento del Pontefice: «La promozione anche sociale dei poveri non è un impegno esterno all’annuncio del Vangelo, al contrario, manifesta il realismo della fede cristiana e la sua validità storica. Così l’amore che dà vita alla fede in Gesù non permette ai suoi discepoli di rinchiudersi in un individualismo asfissiante […] senza alcun influsso sulla vita sociale».

«Il Panettone della Solidarietà», disponibile con un’offerta minima di 15,00 euro, è frutto dell’impegno di numerosi volontari che hanno provveduto al confezionamento, alla distribuzione e alla vendita. La confezione contiene un panettone classico artigianale da 1 kg. Sappiamo che il prodotto non è economico, ma il prezzo è giusto per il lavoro artigianale e gli ingredienti di qualità con cui è fatto.

I panettoni e il materiale della campagna possono essere richiesti telefonando a Claudia Moccaldi (089.891502 – 348.3336402), oppure scrivendo a info@csjmissioni.it , possibilmente, entro e non oltre il 20 novembre 2019.

Per contribuire

I fondi raccolti sono da inviare sul conto intestato a CSJ MISSIONI presso Banca di Monte Pruno di Fisciano, Iban: IT58 K 08784 76210 011000 105686 o con bollettino postale su c/c n. 93485449 – Causale: «Campagna Natalizia 2018» oppure destinando all’organizzazione il 5×1000 della propria dichiarazione dei redditi (codice fiscale del CSJ MISSIONI: 97507350581).